IL SITO E' VISUALIZZABILE CON BROWSER - OPERA - FIREFOX E CHROME - SCONSIGLIATO INTERNET EXPLORER Meteo Misa e Nevola

Arcevia

TEMPERATURE
Arcevia 7 11
Barbara 8 14
Belvedere Ostrense 9 15
Castelleone di Suasa 8 14
Corinaldo 9 14
Montemarciano 11 15
Ostra 9 15
Ostra Vetere 8 14
Senigallia 11 14
Serra de Conti 8 14
Trecastelli 9 15


SITUAZIONE ITALIA PREVISIONE MARCHE PROSSIMI GIORNI ITALIA

7 DICEMBRE Domina al momento la quiete sull'Italia, ma si puo' dire che l'inverno e' assente anche sulla scena europea, in concomitanza del ritorno del flusso di correnti zonali oceaniche che hanno spazzato via l'aria fredda presente nei giorni scorsi. La situazione iniziera' a cambiare molto rapidamente da domenica 8, quando un flusso di correnti d'estrazione artica si gettera' come effetto del poderoso richiamo di un vortice tra Regno Unito e Scandinavia. Queste correnti fredde sospingeranno una perturbazione diretta verso i Balcani e l'Italia. Il fronte freddo fara' irruzione lunedi sull'Italia, con venti forti, piogge localmente intense anche temporalesche, neve sui rilievi e un deciso raffreddamento. I maggiori effetti li avvertiremo al Centro-Sud dove e' atteso il grosso del maltempo, specie sul medio e basso versante adriatico oltre che all'estremo Sud. Le regioni settentrionali resteranno invece in gran parte al riparo sottovento all'Arco Alpino, per via della traiettoria del fronte non favorevole. Solo sul Triveneto e soprattutto in Emilia Romagna si potranno avere precipitazioni di passaggio.


nuvolosita' variabile con estesi rasserenamenti; venti deboli occidentali; temperature mediamente stazionarie; mare poco mosso.

Il calo termico sara' vertiginoso, ma soprattutto al Centro-Sud e sulle aree di montagna, ulteriormente acuito dai venti in rinforzo sino a burrasca. Dicevamo della neve, che avra' modo di cadere sulle Alpi, specie i versanti settentrionali, e in Appennino anche sotto i 1000 metri. In questa fase pero' le nevicate non dovrebbero cadere a quote troppo basse tra bassa montagna ed alta collina, come invece potrebbe avvenire con il successivo assalto perturbato dal Nord Atlantico, che dovrebbe portare un ulteriore guasto invernale tra l'11 ed il 12 dicembre. Il nuovo fronte dovrebbe transitare sull'Italia, generando una ciclogenesi alimentata da aria polare. In questo frangente potrebbe nevicare a bassa quota al Nord, specie in Emilia Romagna con possibili fiocchi fino in pianura, visto che la perturbazione troverebbe la presenza di aria gia' fredda anche nei bassi strati.



Numero Visitatori free tracker