IL SITO E' VISUALIZZABILE CON BROWSER - OPERA - FIREFOX E CHROME - SCONSIGLIATO INTERNET EXPLORER Meteo Misa e Nevola

Arcevia

TEMPERATURE
Arcevia 10 20
Barbara 11 21
Belvedere Ostrense 12 22
Castelleone di Suasa 11 21
Corinaldo 12 22
Montemarciano 15 21
Ostra 12 22
Ostra Vetere 11 21
Senigallia 15 21
Serra de Conti 11 21
Trecastelli 12 22


SITUAZIONE ITALIA PREVISIONE MARCHE PROSSIMI GIORNI ITALIA

TENDENZA METEO PRIMI 8 GIORNI DI OTTOBRE Sul bordo orientale dell'anticiclone atlantico con i propri massimi tra Francia e Penisola Iberica, fresche correnti nord atlantiche discenderanno dentro una saccatura che interessera' l'Europa centrale ed i Balcani. L'Italia si trovera' dunque esposta al passaggio a strappi di impulsi nuvolosi, alla base un clima instabile e con temperature tutto sommato nei canoni tipici del periodo. Le precipitazioni riguarderanno soprattutto il Centro Sud Italia mentre il Nord risultera' piu' protetto dal campo di alte pressioni, eccetto che per l'estremo settore di Nord Est.


cielo sereno o poco nuvoloso, venti deboli da sudest,temperature stazionarie, mare poco mosso.

TENDENZA METEO FINO AL 16 OTTOBRE Gli ultimissimi aggiornamenti dei modelli matematici di previsione confermano novita' ampiamente discusse, ovvero il risveglio dell'Oceano Atlantico. Risveglio che dovrebbe avvenire con dei grossi vortici depressionari a ridosso del Regno Unito, in procinto di gettarsi a capofitto sull'Europa occidentale e settentrionale. Stiamo parlando non di semplici ondate di maltempo, ma di vere e proprie burrasche perche'oltre alle precipitazioni soffieranno venti intensissimi e non mancheranno disagi. POSSIBILI EFFETTI SULL'ITALIA Difficile pronunciarsi con esattezza ma e' evidente che qualora dovesse effettivamente spalancarsi la porta d'oriente il nostro Paese ne patirebbe gli effetti. Piu' che perturbazioni, cosi com'eravamo abituati un tempo, c'e' il rischio che possano svilupparsi vortici di bassa pressione secondari. Strutture particolarmente insidiose, perche' lo stazionamento a ridosso delle nostre regioni occidentali potrebbe esporci a precipitazioni fin troppo intense. Scenari plausibili, e' bene chiarirsi, per il semplice fatto che le acque del Mediterraneo resteranno decisamente calde e al primo sbuffo d'aria fresca - seppur non settentrionale ma atlantica (quindi gia' carica d'umidita') - potrebbero appunto svilupparsi depressioni mediterranee. Quel che preoccupa un po' e' che in alcuni modelli matematici s'intravede uno spostamento dell'Alta Pressione verso l'Europa orientale ed e' quel che non ci servirebbe, perche' una struttura anticiclonica in quel settore andrebbe a ostacolare il naturale deflusso perturbato verso est. Si tratterebbe di una situazione di blocco alla circolazione che quindi potrebbe generare precipitazioni abbondanti e persistenti in varie zone d'Italia. NON FREDDO Le temperature, ovviamente, risentirebbero della natura delle masse d'aria in arrivo ovvero dai quadranti occidentali o addirittura sudoccidentali. In entrambi i casi, anche osservando le proiezioni termiche a piu' lungo termine, scorgiamo scenari termici orientati verso nuove anomalie positive. Non esasperate, non eccessive, ma andrebbero a confermare quel trend che ormai dura da anni. IN CONCLUSIONE Insomma, tutto lascia presagire un'accelerazione autunnale in piena regola, con comparsa delle prime atlantiche e rischio di severo maltempo in molte zone d'Italia.



Numero Visitatori free tracker